Scuola romana

1994

Regia: Pietro Maccarinelli

 

Note di drammaturgia

 

Martedi 31 maggio 1994 debutta al Piccolo Eliseo la novità di Enzo Siciliano Scuola Romana, secondo spettacolo del Progetto ''Prova d'Attore'' prodotto dal Teatro Eliseo in collaborazione con il Teatro Vittoria-Attori and Tecnici e con il patrocinio dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Roma. La commedia e' interpretata da sei giovani attori Alessio Boni, Massimo De Lorenzo, Simona Ferraro, Flavio Insinna, Chiara Noschese, Francesco Siciliano, e con la partecipazione di Massimo De Francovich e Paola Bacci. La regia e le scene sono di Piero Maccarinelli, i costumi di Sabrina Chiocchio, le musiche di Alessio Vlad.

Dice Siciliano: ''Ho scritto Scuola Romana per l'iniziativa Prova d'Attore con l'idea che essa, anzitutto, fosse una 'prova per l'autore'. Si trattava, cioe', di scrivere qualcosa che fosse adatto a un gruppo di ragazzi, che per questi ragazzi costituisse un tracciato sul quale, non solo le loro psicologie, persino i loro manicrismi generazionali fossero visti, realizzati nella loro concretezza''.

''Scuola Romana'' mette in campo sei ragazzi e due adulti alle prese con gli enigmi della nostra recente esistenza collettiva attentati e processi per concussione. Questi enigmi,, pero', sono saggiati per quel tanto che possono attraversare la nostra piu' avventata quotidianita': e percio' restano enigmi, come tocca a tante cose della nostra vita sempre alle prese con l'ombra e con l'oscurita'...''

Nella commedia si muovono tre generazioni a confronto, che si pongono continuamente delle domande e cercano delle risposte. La differenza sta nella qualita' delle domande fatte e nella capacita' di trovare delle risposte. Ed ecco che ''scuola romana'' si trasforma in un atto d'accusa impietoso per una generazione, quella che avra' trent'anni nel 2000, che non riesce piu' a confrontarsi con la realta' sempre piu' mutabile e sfuggente.

 

Foto